Test HIV
Test HIV, credits: ravennaedintorni.it

Non occorre la ricetta medica ma sarà sufficiente avere la maggiore età; qualche goccia di sangue e 15 minuti di attesa. L’eventuale positività andrà confermata con le analisi tradizionali. L’Italia è il secondo paese europeo, dopo la Francia, ad aver reso accessibile l’auto-test.

Un’autentica svolta nella prevenzione che arginerà il fenomeno delle diagnosi tardive. Si stima infatti che circa 6.500-18.000 persone vivano con l’Hiv non diagnosticato, il che implica che il 74,5% dei sieropositivi arriva a scoprire di aver contratto il virus quando si è ad un passo dall’Aids conclamato: uno status che compromette non solo il sistema immunitario del paziente ma anche delle persone che potrebbero contrarre il virus.

Auto-test HIV di Mylan
L’auto-test HIV prodotto da Mylan, credits: Mylan

Il dispositivo è prodotto da Mylan e sarà in vendita ad un prezzo di 20 euro. Se usato correttamente garantisce un’attendibilità prossima al 99%: l’importante è lasciar trascorrere il “periodo finestra”, i 90 giorni che intercorrono dal presunto contagio alla produzione di anticorpi che segnalano la presenza del virus nell’organismo. In caso di positività si raccomanda di rivolgersi ad un medico e ripetere il test in ospedale o laboratorio, visto che in rari casi i test, compresi quelli tradizionali, rilevano una falsa positività. Al momento dell’acquisto il farmacista consegnerà anche un po’ di materiale informativo così da non abbassare la guardia anche quando il risultato esclude la presenza dell’HIV.

SHARE
Previous articleNuovo Apple MacBook Pro: tutte le novità sul notebook più venduto dell’anno
Next articleEnergia Oscura: il destino dell’Universo
Nato a Foggia, frequenta il corso di laurea in Scienze Geologiche presso l'Università degli Studi "Aldo Moro" di Bari. Appassionato di astronomia e giornalismo si dedica alla divulgazione scientifica intervistando diversi personaggi della scienza come gli astronauti Umberto Guidoni e Maurizio Cheli e l'astronomo Alan Stern della NASA. Scrive per "Le Stelle", la rivista astronomica fondata da Margherita Hack, "HuffPost Italia" e "Il Messaggero". In passato ha collaborato con "BBC Scienze" e "l'Espresso". Nel 2016 il CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche) e l'Associazione Italiana del Libro gli hanno conferito il Premio Nazionale per la Divulgazione Scientifica.

LEAVE A REPLY