Scienza in Pillole, la rubrica di Close Up dedicata alle curiosità dal mondo della scienza, torna in versione estiva focalizzandosi sull’evento più importante del momento: le Olimpiadi di Rio 2016!

Da giorni il mondo del web è in fervore a causa di alcune strane macchie rosse che sono state notate sul corpo di alcuni atleti durante queste Olimpiadi. Ma che cosa sono realmente? Tatuaggi? Bruciature? Oppure “succhiotti” particolarmente focosi? Quasi…
Gli strani cerchi rossi sulla pelle di molti atleti sono l’effetto di un’antica tecnica anti-dolore cinese vicina all’agopuntura e nota come “cupping therapy“. In italiano si traduce coppettazione: piccole ampolle, di plastica o di vetro, collegate ad una pompa che risucchia l’aria, vengono applicate sulla pelle. Riducendo la pressione interna, si crea un effetto ventosa per cui lo strato muscolare superficiale viene momentaneamente tirato in alto, facilitando il flusso del sangue. Si tratta di medicina alternativa, non supportata da alcuna base scientifica. Tuttavia, tale trattamento è largamente utilizzato per alleviare dolori muscolari e articolari. Il ginnasta americano Alex Naddour ha dichiarato: “E’ meglio di qualsiasi altra cosa io abbia provato. E’ stato il mio segreto per mantenermi in forma nell’ultimo anno: mi ha risparmiato un sacco di dolore“.

Su una cosa soltanto non ci piove, sul fatto che la terapia in questione lasci… il segno.

Cupping Therapy
menshealth.com.sg

 

LEAVE A REPLY