Da settembre 2015 circola in rete un video che mostra alcuni attimi prima di un match di boxe fra Myke Tyson e Peter McNeeley, disputatosi a Las Vegas nel 1995. Tra gli spalti si scorge la mano di uno spettatore che sta fotografando o filmando l’incontro con quello che sembra un modernissimo smartphone.

Jammy Bantam, questo il nome dello youtuber che ha postato il video sul proprio canale, descrive accuratamente l’oggetto facendo notare come sia stranamente simile agli smartphone che usiamo oggi: fotocamera in alto a sinistra, flash al centro, forma rettangolare. Insolito per il 1995? “Sì perché 21 anni fa i cellulari dotati di fotocamera non esistevano e una delle spiegazione possibile è quella di un viaggio nel tempo” – scrivono con disinvoltura e vergognosa ignoranza i quotidiani nazionali che proprio in questi giorni stanno divulgando a loro volta la bufala.

“1995, incontro tra Mike Tyson e Peter McNeeley a Las Vegas. Qualcuno tra la folla viene visto scattare una foto da quello che sembra uno smartphone o comunque un dispositivo mai visto negli anni ’90. Alieni !!!” – scrive Bantam nella didascalia del video in cui, oltre al filmato d’epoca, mostra una serie di immagini delle fotocamere e videocamere utilizzate negli anni ’90 e nessuna sembra assomigliare a quella nel videoclip. In realtà di fotocamere simili usate all’epoca ce ne sono diverse come per esempio la Casio QV – 100 lanciata sul mercato proprio nel 1995.

Casio QV - 100
Casio QV – 100, credits: www.flickr.com

Lo youtuber deve aver tenuto conto di questo modello o forse gli è stato riferito in un secondo momento perché, dopo un rigo di spazio, la didascalia del video continua così:

Logitech Fotoman
Logitech Fotoman, in commercio dal 1990. Credits: museedelaphoto.fr

“Non so se si tratta di un viaggiatore del tempo o no, ma nessuno sa con certezza di che tipo di fotocamera si tratta; la QV – 100 non ha la striscia d’argento a destra e la fotocamera del filmato non sembra avere una linea nera sotto la lente dell’obiettivo come invece ha la QV – 100”.

Alcuni utenti fanno notare che la Casio QV- 100 non possiede il flash (che contrariamente è molto visibile nella foto). In risposta a questi, altri utenti sostengono che si tratti semplicemente di un riflesso luminoso che potrebbe benissimo avere origine vista la forma squadrata della parte superiore della QV – 100. Altri invece lo giustificano sostenendo che si tratti della Logitech Fotoman, in commercio già dal 1990, che tuttavia non corrisponde vista la posizione centrale dell’obiettivo.

L'angolo scuro (segnato nel cerchietto rosso) combacia con l'angolo della parte superiore quadrata della Casio QV-100, inoltre il bagliore celestino cerchiato in blu è simile al bagliore di un riflesso presente nella foto della QV - 100: elementi che lasciano intuire che potrebbe trattarsi di un riflesso. In verde la fascia argentata è presente in entrambe le foto e combacia con il design della QV - 100.
Le analogie fra il dispositivo nel filmato e la Casio QV – 100 ci sono.

L’angolo scuro (segnato nel cerchietto rosso) combacia con l’angolo della parte superiore quadrata della Casio QV-100, inoltre il bagliore celestino cerchiato in blu è simile al bagliore di un riflesso presente nella foto della QV – 100: elementi che lasciano intuire che potrebbe trattarsi di un riflesso. In verde la fascia argentata è presente in entrambe le foto e combacia con il design della QV – 100.

Come spiegare altre differenze e dettagli che non combaciano? Per alcuni utenti è colpa della scarsa risoluzione dei filmati degli anni 90 ma, come sottolineano altri utenti, questi modelli di fotocamera erano molto costosi all’epoca, quindi sebbene lo spettatore avesse abbastanza soldi per guardare il match tra le prime file, è molto probabile che abbia deciso di risparmiare sulla fotocamera acquistando un’imitazione meno costosa di quelle originali. Potrebbe anche trattarsi di un modello meno noto oppure di una normale fotocamera tenuta in modo verticale. Il caso ha stimolato la fantasia di molti utenti e Jammy Bantam potrebbe goderne i frutti dal momento che il suo videoclip ha superato 4 milioni di visualizzazioni, cifra che permette di guadagnare agli youtubers non pochi spiccioli.Se ci sono ancora scettici riguardo i viaggi nel tempo, qualche mese fa il CNR ha detto che non si può tornare indietro nel passato. Leggete qui.

SHARE
Previous articleCome funziona l’ADSL?
Next articleSulla scienza non si fanno opinioni. Dott. Burioni: “I vaccini non causano autismo”
Nato a Foggia, frequenta il corso di laurea in Scienze Geologiche presso l'Università degli Studi "Aldo Moro" di Bari. Appassionato di astronomia e giornalismo si dedica alla divulgazione scientifica intervistando diversi personaggi della scienza come gli astronauti Umberto Guidoni e Maurizio Cheli e l'astronomo Alan Stern della NASA. Scrive per "Le Stelle", la rivista astronomica fondata da Margherita Hack, "HuffPost Italia" e "Il Messaggero". In passato ha collaborato con "BBC Scienze" e "l'Espresso". Nel 2016 il CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche) e l'Associazione Italiana del Libro gli hanno conferito il Premio Nazionale per la Divulgazione Scientifica.

4 COMMENTS

    • Einstein è venuto a mancare nel 1955 e non era certamente a conoscenza della scoperta del CNR risalente al novembre 2015. Forse prima di commentare dovresti leggere meglio gli articoli Ciccio. E con “ciccio” non intendo il vezzeggiativo usato maggiormente al Nord Italia ma è quello che risulta essere il tuo nome.

  1. Per quanto sono amante della scienza e le tecnologie in generale questo fatto di sembrare arroganti in ogni caso e cercare di smentire tutto ad ogni minima occasione da sui nervi parecchio. Non metto in dubbio che al 99% quella era ovviamente una macchina fotografica degli anni 90 e che sia appunto una bufala, ma scrivere poi anche “qualche mese fa il CNR ha detto che non si può tornare indietro nel passato” è molto egoista, come se si pretendesse di avere la ragione ad ogni occasione. NO NON E’ COSI’ il CNR non è la ragione assoluta, non cercate ad ogni occasione di fare i superiori, vivendo per screditare ogni minima cosa. Fatelo analizzatelo e condividetelo, ma siate dignitosi e meno arroganti.

    • I viaggi contro la direzione entropia e cosmologia del tempo esistono solo in linea teorica ma sono incompatibili con la vita e contro il secondo principio della termodinamica. Per cui rimangono solo una bella idea romantica degli autori di fantascienza

LEAVE A REPLY