Molti, soprattutto da bambini, si lasciano ispirare dalla creatività, dal genio e dalla determinazione dei grandi nomi del passato.
Alcuni sono ben scolpiti nella memoria dell’immaginario collettivo, altri non li abbiamo mai sentiti nominare. Ecco quindi una raccolta di 19 uomini e donne che hanno lasciato un segno nel mondo dell’Ingegneria.

1. Fazlur Rahman Khan, l’Einstein dell’Ingegneria Strutturale

Fazlur Rahman Khan
Fazlur Rahman Khan. Fonte: heavy.com

Cominciamo con Fazlur Rahman Khan (1929-1982), ingegnere strutturale e architetto banglo-americano, considerato il padre del design tubulare per grandi altezze, un pioniere in ambito CAD e considerato da molti “l’Einstein dell’ingegneria strutturale”.
E’ il progettista della Sears Tower (oggi Willis Tower), la più alta costruzione al mondo fino al 1998.

2. Emily Roebling: “rimboccarsi le maniche”

Emily Roebling (1803-1903), è la dimostrazione del “rimboccarsi le maniche”. Il marito è rimasto paralizzato e quindi non poteva più lavorare senza il suo aiuto, così Emily è diventata responsabile di molti affari del capo ingegnere, compresa la supervisione giornaliera e del project management del ponte di Brooklyn.

Emily Roebling
Emily Roebling. Fonte: awb.com

3. Steve Wozniak:  “The Woz”

Steve Wozniak, bracco destro di Jobs
Steve Wozniak. Fonte: CorriereUniv.it

Steve Wozniak, conosciuto come The Woz (o Wizard of Woz), classe 1950, è un informatico e inventore statunitense con origini polacche.
E’ conosciuto dai più come braccio destro di Steve Jobs ed è a tutti gli effetti uno dei padri dei Personal Computer, grazie alle sue altissime competenze in informatica ed elettronica (e alla sua naturale propensione a ridurre la complessità circuitale).
Curiosità: si è sposato ben 4 volte (per un totale di tre figli), è ufficialmente un massone, iniziato nel 1980 nella “Charity Lodge” N. 362 di Campbell (California) ed è apparso nel 2010 nella seconda puntata della quarta stagione di The Big Bang Theory nel ruolo di sé stesso.

4. Beulah Louise Henry, la signora Edison

Beulah Louise Henry
Beulah Louise Henry. Fonte: Famous People

Beulah Louise Henry (1887-1973) era conosciuta come “la signora Edison” negli anni venti e trenta. No non era sposata con Edison, ma si è inventata un sacco di cose, molte delle quali le ha brevettate, come ad esempio una macchina da cucire senza bobine, una macchina per fare il gelato, una bambola con una radio dentro e una macchina da scrivere che riusciva a fare più copie senza usare la carta carbone. Ridete, ridete, intanto lei ha fatto una vera fortuna.

5. Burt Rutan, il padre dello spazioplano

Burt Rutan
Burt Rutan. Fonte: burtrutan.com

Burt Rutan, ingegnere aeronautico statunitense classe 1943.
Rutan ha progettato il primo aeroplano in grado di compiere il giro del Mondo senza atterrare o fare rifornimento ed è anche il padre di SpaceShipOne, uno “spazioplano” che compie voli sub-orbitali dotato di un motore a razzi a propellenti ibridi.
Oggi la sua azienda Scaled Composites (fondata nel 1982 e con sede nel deserto del Mojave) è una delle aziende leader mondiali nella progettazione di aeroplani innovativi fornitore di diversi velivoli adottati dalla difesa e dalla NASA.

6. Hedy Lamarr, una teoria alla base del wifi

Hedy Lamarr
Hedy Lamarr. Fonte: hedylamarr.com

Hedy Lamarr (1913-2000): una bellissima donna con un’intelligenza sopraffina. Hedy Lamarr è stata un’icona, una stella del cinema degli anni trenta e quaranta e ha inventato un sistema di comunicazione controllato da remoto per l’esercito americano durante la seconda guerra mondiale. La sua teoria sulla frequency hopping ha posto le base delle moderne tecnologie di comunicazione (bluetooth e la rete wifi).

7. Elon Musk, da PayPal a SpaceX

Elon Musk
Elon Musk, credits: farmdog.tv

Elon Musk, classe 1971, è un imprenditore sudafricano naturalizzato statunitense che sta rivoluzionando il mondo (soprattutto ingegneristico). Attualmente è maggiormente famoso per aver creato SpaceX, un’azienda aerospaziale statunitense che ha lo scopo di creare tecnologie per ridurre i costi dell’accesso allo spazio e permettere la colonizzazione di Marte.
Tra le varie cose, nel 2012 la SpaceX è diventata la prima compagnia privata ad aver inventato un veicolo spaziale in uso sulla ISS; questo veicolo ha lo scopo di rifornire la Stazione, con un programma di almeno 12 voli, il primo dei quali avvenuto l’8 ottobre 2012. Bisogna però assolutamente ricordare che Elon Musk è anche chairman e CEO di Tesla Motors, presidente di SolarCity e cofondatore di PayPal.
Nel 2015 Musk si è piazzato alla posizione 101 della classifica degli uomini più ricchi del mondo secondo Forbes, possedendo un patrimonio netto di circa 12 miliardi di dollari.
Curiosità: anche lui, come Wozniak, è apparso in una puntata di The Big Bang Theory (nono episodio, nona stagione) ed è inoltre apparso in un cameo di 10 secondi in Iron Man 2 (2010), in entrambi i casi nel ruolo di se stesso.In realtà Musk non è laureato in Ingegneria (ha due lauree triennali, in economia e in fisica e una laurea specialistica in fisica applicata e scienza dei materiali), ma i suoi contributi in ambito ingegneristico sono così elevati da non poterli ignorare.

8. Emma Strada, la prima donna in Italia laureata in Ingegneria

Emma Strada, la prima donna ingegnere italiana
Emma Strada. Fonte: SuperCaliFragili

Emma Strada (1884-1970): è stata la prima donna in Italia a laurearsi in ingegneria, al Politecnico di Torino. Si laureò con il massimo dei voti e si dice che la commissione si prese un’ora per decidere se dichiararla “ingegnere” o “ingegneressa”. Per far avvicinare le donne alla scienza e alla tecnologia, fondò (insieme ad altre donne) la AIDIA, Associazione Italiana Donne Ingegnere e Architetto.

9. Henry Ford e la catena di montaggio

Henry Ford e la catena di montaggio
Henry Ford. Fonte: The Philanthropy Roundtable

Henry Ford (1863-1947).
Ogni cliente può avere una Ford modello T colorata di qualunque colore desideri, a patto che sia nera.

Fu uno dei più astuti ingegneri e industriali di tutti i tempi, ha fondato la Ford Motor Company (ancora oggi una delle aziende più importanti in USA) e ha progettato il metodo di catena di montaggio per la produzione di massa.
Questo fece di lui il padre della prima macchina a motore che potesse essere acquistato dalla popolazione media, trasformando l’automobile da un vezzo ad una necessità.
Curiosità: si stima che abbia guadagnato 199 miliardi di dollari, cosa che lo renderebbe la nona persona più ricca della storia.

10. Grace Murray Hopper, dall’ENIAC al COBOL

Grace Murray Hopper
Grace Murray Hopper. Fonte: gracehopperfilm.com

Grace Murray Hopper: (1906-1992) pioniera della programmazione informatica, la Hopper è stata una matematica, una informatica e un ammiraglio americano. E’ ricordata per il suo lavoro sul primo computer digitale della marina, l’Harvard Mark 1. Lavorò anche nella società che ha sviluppato l’ENIAC ed ebbe un ruolo primario nello sviluppo e nella progettazione del COBOL (uno dei primi linguaggi di programmazione ad essere stato sviluppato).

11. Gustave Eiffel: era un ingegnere chimico

Gustave Eiffel
Gustave Eiffel. Fonte: Biografieonline

Gustave Eiffel (1832-1923) fu un ingegnere francese specializzato in strutture metalliche diventato maggiormente famoso per l’omonima Torre, costruita in occasione dell’Esposizione Universale di Parigi del 1889.
In realtà era un ingegnere chimico, ma si interessò alle strutture metalliche nel 1856, quando incontrò Charles Nepveu, imprenditore specializzato in costruzioni metalliche che, grazie ai progressi della metallurgia, conoscevano in quegli anni una grande diffusione.
Si dice che durante i lavori della Torre Eiffel, Gustave salvò la vita ad un operaio, tuffandosi nel fiume per recuperarlo.

12. Lillian Moller Gilbreth, la “Wonder Woman”

Lillian Moller Gilbreth
Lillian Moller Gilbreth. Fonte: Famous People

Lillian Moller Gilbreth (1878-1972) era ingegnere, psicologa, dirigente d’azienda e madre di 12 figli: possiamo dire che fu una vera “Wonder Woman”. Fu la prima professoressa donna al Dipartimento di Ingegneria della Purdue University, la prima donna eletta al National Academy of Engineering e la seconda donna ad entrare nella American Society of Mechanical Engineers. È considerata la madre dell’Ingegneria Gestionale, applicava la psicologia per la risoluzione dei problemi che si presentavano nelle grandi aziende dove lavorava come consulente.

13. George Stephenson e la locomotiva a vapore

George Stephenson
George Stephenson. Fonte: Famous People

Il distinto signore in foto è George Stephenson (1781-1848), ingegnere britannico, conosciuto come padre delle ferrovie a vapore britanniche.
La sua opera più celebre e storicamente importante è certamente la locomotiva a vapore chiamata Rocket, costruita assieme al figlio Robert, anch’egli ingegnere in campo civile.

14. Edith Clarke, la prima donna ingegnere in assoluto

Edith Clark
Edith Clark. Fonte: GE.com

Edith Clarke pare sia stata proprio la prima donna a diventare ingegnere. Uno dei suoi più grandi lavori riguarda la calcolatrice Clarke, che è in grado di eseguire alcuni tipi di calcoli 10 volte più velocemente rispetto agli altri strumenti dell’epoca.

15. Archimede, Eureka!

Archimede, Eureka
Archimede

Archimede (287 a.C. – 212 a.C.), fu uno dei più grandi uomini di scienza di tutti i tempi, grazie ai suoi contributi in Matematica, Fisica, Ingegneria (anche se all’epoca possiamo dire che non esisteva l’ingegneria come la conosciamo oggi) e Astronomia.
Fu in grado di calcolare la superficie e il volume della sfera e intuì le leggi che regolano il galleggiamento dei corpi. In campo ingegneristico, Archimede scoprì e sfruttò i principi di funzionamento delle leve e il suo stesso nome è associato a numerose macchine e dispositivi, come la vite di Archimede, a dimostrazione della sua capacità inventiva. Circondate ancora da un alone di mistero sono invece le macchine da guerra che Archimede avrebbe preparato per difendere Siracusa dall’assedio romano.

16. Radia Perlman, la “madre di Internet”

Radia Perlman
Radia Perlman. Fonte: Letteradonna

Radia Perlman, classe 1951, è considerata uno dei maggiori specialisti mondiali per quanto riguarda software design e ingegneria informatica delle reti. Ad oggi lavora come EMC fellow presso DELL (precedentemente come fellow presso INTEL) e detiene parecchi brevetti. Pensate che spesso la chiamano “la madre di Internet”.

17. Isambard Kingdom Brunel: il padre del Great Britain

Isambard Kindom Brunel
Isambard Kindom Brunel. Fonte: anglotopia.net

Isambard Kingdom Brunel (1806-1859), geniale e versatile progettista civile tra i più rappresentativi ingegneri vittoriani, tuttora è considerato uno degli ingegneri più innovativi e versatili di ogni tempo avendo realizzato opere memorabili in vari campi dell’ingegneria, tra cui ponti, gallerie, ferrovie e navi.
Tutti i suoi lavori avevano sempre soluzioni innovative per problemi di ingegneria insoluti da lungo tempo.
Tra i vari primati, da ricordare certamente la costruzione del transatlantico SS ”Great Britain”, la prima nave oceanica in metallo spinta da eliche e che fu per l’epoca (1843) anche la nave più grande mai costruita.
Un’altra nave progettata da Brunel, la SS Great Eastern, giocò un ruolo significativo nella posa del primo cavo sottomarino sul fondo dell’Atlantico nel 1865.
Nel 2002 in un sondaggio fatto dalla BBC per determinare i 100 inglesi più influenti, Isambard Kingdom Brunel si classificò secondo dopo Winston Churchill.

18. Hertha Ayrton, prima donna della Royal Society

Hertha Ayrton, inventrice
Hertha Ayrton. Fonte: jewishcurrents.org

Hertha Ayrton (1854-1923): ingegnere, matematica, fisica e inventrice. Fu la prima donna nominata come socia della Royal Society (anche se non accettarono le donne fino agli anni Quaranta). Ha registrato 26 brevetti a suo nome, tra cui le lampade ad arco, un dispositivo usato per dividere una linea in n linee diverse (molto usato da artisti, architetti e ingegneri) e un particolare ventilatore per allontanare il gas iprite durante la Prima Guerra Mondiale.

19. Leonardo Da Vinci: ingegnere, pittore, scienziato…

Leonardo Da Vinci, un inventore a tutto tondo
Leonardo Da Vinci. Fonte: restaurars.altervista.org

Leonardo Da Vinci (1452-1519) fu un personaggio davvero completo: ingegnere, pittore e scienziato italiano a tutto tondo.
Per lui mi sento di spendere due parole personali, poiché è davvero una delle figure che più ammiro in assoluto.
E’ un vero uomo di ingegno, un genio con un talento innegabile che, unito alla sua fantasia sconfinata, l’hanno portato ad essere una delle figure più importanti del Rinascimento (anche se continua ad influenzare il Mondo anche oggi).
Si occupò di pittura, scultura, architettura, scienza, musica, matematica, ingegneria, invenzioni, anatomia, geologia, astronomia, botanica, scrittura, storia e cartografia.
I suoi concetti ingegneristici erano totalmente misteriosi al tempo e ancora oggi portano col loro un velo di magia: macchine volanti, un tipo di veicolo corazzato da combattimento, energia solare a concentrazione, una calcolatrice, e il doppio scafo sono solo degli esempi, all’epoca considerati alle volte strani, ma che oggi fanno prepotentemente parte delle nostre vite.

LEAVE A REPLY