Valeria De Simone | Ingegnere Biomedico

Nata a Napoli, 25 anni fa nel settembre del ’90. Consegue la maturità scientifica nel 2008 e si iscrive, spinta dal suo amore per tutto ciò che è “scoperta ed innovazione”, al corso di laurea in Ingegneria Biomedica presso l’Università Federico II di Napoli nel dipartimento di Ingegneria Elettrica e delle Tecnologie dell’Informazione.

In questi anni continua a coltivare la sua passione per la scrittura e la lettura, fino ad arrivare ad una prima collaborazione scientifica come articolista per il sito web “Ingegneriabiomedica.org”.

Nel luglio del 2015 riceve una proposta di collaborazione da parte dell’ideatore di “Close-up Engineering”. Inizia questa nuova avventura con il team di CuE, dove attualmente ricopre il ruolo di amministratrice e responsabile dell’area dedicata all’ingegneria Biomedica, oltre che pubblicista di articoli di informazione scientifica del settore.

Non sopporta la frase “È così che va il mondo”, di chi si lamenta e non agisce semplicemente porgendo la sua mano, per questo nel suo piccolo e nel limite delle sue umane capacità è attiva come Soccorritore TSSA ed OPEM in Croce Rossa Italiana, di cui ammira – e spera un giorno di rendere suoi – i sette principi fondamentali: umanità, imparzialità, neutralità, indipendenza, volontarietà, unità, universalità.

Nel tempo libero si dedica ai suoi ulteriori ed innumerevoli interessi sui quali – per scelta libera non democratica – eviterà di dilungarsi adesso.

Una citazione, dei Coniugi Varvelli, l’accompagna in questo periodo di crescita personale: “Trasforma i tuoi obiettivi in previsioni e costringi il futuro a darti ragione. Perché il futuro è distratto e non ha memoria, perché domani è un altro giorno, non ci conosce e potremmo fargli buona impressione; perché proporre è costruire, mentre accettare è sempre restare dove si è.”