Un’ampia voragine si è aperta tra le montagne del Bighorn nel Wyoming, ai bordi della caldera di Yellowstone. La scoperta fatta da Sns Outfitter & Guides, una compagnia di caccia che opera tra il Montana e il Wyoming, ha postato le immagini sul suo profilo Facebook con tanto di didascalia.

Sns Outfitter & Guides

Sns Outfitter & Guides

“Questa gigantesca spaccatura nella crosta terrestre è apparsa nelle ultime due settimane all’improvviso. Credo che nessuno sappia cosa sia successo. Qui tutti la chiamano ‘Lo Squarcio’. È una veduta incredibile”.

Secondo Sns, la voragine si estenderebbe per circa 700 metri (6 campi da calcio tanto per rendere l’idea) e 45 in ampiezza. Si presenta con ripidi precipizi, torri massicce di terra e ampi massi disseminati sulla cima. Sono in corso rilievi geologici per valutarne le possibili cause, continueremo a seguire questa faccenda e ad aggiornarvi a riguardo.

SHARE
Previous articleLaika, il ricordo di quel 3 novembre 1957
Next articleColtivare piante su Marte? Si può fare con la pianta Pitjuri
Nato a Foggia, frequenta il corso di laurea in Scienze Geologiche presso l'Università degli Studi "Aldo Moro" di Bari. Appassionato di astronomia e giornalismo si dedica alla divulgazione scientifica intervistando diversi personaggi della scienza come gli astronauti Umberto Guidoni e Maurizio Cheli e l'astronomo Alan Stern della NASA. Scrive per "Le Stelle", la rivista astronomica fondata da Margherita Hack, "HuffPost Italia" e "Il Messaggero". In passato ha collaborato con "BBC Scienze" e "l'Espresso". Nel 2016 il CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche) e l'Associazione Italiana del Libro gli hanno conferito il Premio Nazionale per la Divulgazione Scientifica.

LEAVE A REPLY